top of page

UNA GIORNATA DI RELAX TRA I CASTELLI DEL DUCATO DI PARMA E PIACENZA

Aggiornamento: 1 lug 2021


Ti aiutiamo a organizzare la tua giornata tra i castelli organizzando la visita al Castello di Gropparello con orari che ti permetteranno di visitare anche altri tesori della Val d'Arda!


CASTELLO DI GROPPARELLO



Il Castello di Gropparello è aperto

Dal lunedì al venerdì solo con visita guidata:

Visita guidata ore 10:30

Visita guidata ore 16:00

Visita guidata ore 17,30

Possibilità di pranzare alla Taverna Medievale con cestino di salumi e formaggi


Il sabato troverai orari un po' diversi, pensati per goderti il pranzo o la cena alla Taverna Medievale! La sera potrai scegliere la bellissima visita notturna

Mattina ore 11:30 E poi fermati a pranzo!

Pomeriggio 16:00

Notturna 22:30 Puoi cenare e poi visitare il castello nella magia della notte...


Domenica e Festivi molti più orari di visita guidata e apertura della Taverna Medievale a pranzo

Mattina ore 11:30

Pomeriggio 14:30 - 16:30 - 17:30


La prenotazione è sempre obbligatoria



SCOPRI LA VISITA NATURALISTICA ALLE GOLE DEL VEZZENO, con flower watching alla scoperta del Giardino Sublime, della grotta e dello strapiombo.


Infrasettimanali ore 10:30

Sabato ore 16:00

Domenica ore 17:45.


La prenotazione è sempre obbligatoria


Per prenotare CASTELLO DI GROPPARELLO tel 0523 855814


TAVERNA MEDIEVALE - SMART IN SETTIMANA E A LA CARTE NEL WEEK END

A pranzo tutti i giorni, su prenotazione, per chi viene in visita è possibile pranzare su prenotazione al Loco Tipico di Ristoro nel parco del Castello, con tagliere di salumi, formaggi e gnocco fritto € 15,00 a ps, incluso pane, acqua e coperto

Venerdì, sabato e domenica è possibile pranzare anche alla taverna con Menu a la Carte.

La prenotazione è sempre consigliata.

Per prenotare Loco di Ristoro o Taverna del Castello tel. 340 5422761


UN PO' DI STORIA, FANTASMI E LEGGENDE

Il castello di Gropparello - VIII secolo - è un esempio di arte fortificatoria a nido d'aquila su uno sperone di roccia ofiolitica. L'antico comprensorio comprende anche uno strapiombo di straordinaria bellezza che nei secoli ha protetto il castello di Gropparello - anticamente Rocca di Cagnano - da molti nemici, rendendolo inattaccabile anche nel Quattrocento. Arroccato e misterioso com'è, circondato da un bosco di incredibile ricchezza floristica, il castello conserva intatta la grandiosa architettura duecentesca, arricchita da qualche elemento neogotico e da bellissime sale con elementi rinascimentali e settecenteschi di grande raffinatezza.

Nel 1800 vennero riscoperti gli antichi camminamenti di ronda, parte fondamentale del fascino romantico ma anche difensivo del castello. Il primo tratto del camminamento di ronda è compreso come passeggiata libera nella visita guidata storica. La visita guidata naturalistica nelle Gole del Vezzeno invece scende anche nel secondo tratto di camminamento risalendo lungo la parte più verticale della roccia e sostando alla grotta.

La leggenda di Rosania Fulgosio.

Qui si racconta che intorno al 1300 la giovane castellana Rosania Fulgosio venne murata viva dal marito in una stanza segreta perché accusata da una serva di averlo tradito con il giovane capitano ghibellino Lancillotto Anguissola. Ancora oggi al castello, conosciuto fin dal 1800 per essere uno dei più "infestati" d'Italia, si registrano manifestazioni di presenze che destano non poco interesse e sono oggetto di studi da parte dei ricercatori.


Foto di Marco Lommi


AGGIUNGI AL TUO ITINERARIO


VIGOLENO - BORGO E CASTELLO


Poi puoi proseguire per il CASTELLO DI VIGOLENO, un affascinante complesso fortificatorio la cui fondazione risale al X secolo.


Dal lunedì al venerdì visita libera dalle 15:00 alle 17:30

Sabato e domenica visita libera dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 18:00.

Per la Visita Guidata completa la prenotazione è obbligatoria e l'orario viene confermato dalla segreteria in fase di prenotazione


Per prenotare CASTELLO DI VIGOLENO tel. 329 7503774


VICENDE POLITICHE, ARCHITETTURA MILITARE E COLLEZIONI D'ARTE


Nato come avamposto del comune di Piacenza sulla strada per Parma, il possesso passò per molte mani, in una rocambolesca successione di famiglie importanti come gli Scotti, i Visconti e i Farnese.

Nel 1404 Gian Maria Visconti elevò il feudo al rango di Contea, e nel 1622 i Farnese conferirono a Cesare Maria Scotti il rango più elevato della nobiltà ducale, il titolo di Marchese.

Con il mastio imponente, le merlature ghibelline, i camminamenti di ronda esterni, il complesso fortificatorio conserva intatto il fascino del castello difensivo quattrocentesco. Ma all'interno del castello le sale nobili raccontano una storia ben diversa, riempiendo gli occhi con stanze riccamente decorate in stile settecentesco. Qui varie collezioni e oggetti d'arte raccontano la vita sontuosa delle principesse che nel XVIII secolo abitarono questi ambienti splendenti.


Salendo gli ultimi gradini si sbuca sul tetto del mastio: da qui si può osservare il panorama stupendo dei dintorni e cogliere in un colpo d’occhio l’eccezzionale integrità del borgo, che nella stagione estiva ospita di frequente spettacoli di teatro e musica.




AGGIUNGI AL TUO ITINERARIO


CASTELL'ARQUATO - BORGO, CASTELLO E MUSEI


Sulla strada per Vigoleno puoi inserire una visita a CASTELL'ARQUATO, borgo medioevale strategicamente posizionato sulle prime alture della Val D’Arda, uno dei borghi più belli d'Italia.


Visite guidate alla torre del castello:

dal martedì al venerdì 10:30 - 14:30 - 16:00

Sabato e Domenica una visita ogni mezz'ora dalle 10:00 alle 13:00

e dalle 14:00 alle 17:30


Per prenotare CASTELL'ARQUATO tel. 0523 803215


IL FASCINO DI UN BORGO RICCO DI STORIA E PERFETTAMENTE CONSERVATO


Il centro storico si é sviluppato sulla riva sinistra del torrente Arda. Sulla sommità della collina si trova la Piazza del Municipio, dove si fronteggiano gli edifici- simbolo dei tre poteri che regolavano la vita sociale nel Medioevo: la Collegiata romanica di Santa Maria Assunta, che rappresenta il potere spirituale, edificata agli inizi del XII secolo con affreschi magnifici eil museo di arte sacra della collegiata; il palazzo del Podestà, espressione del potere civile, risalente al 1293 e la Rocca Viscontea, costruzione militare iniziata nel 1342.



Un intrico di vie e sentieri conduce attraverso il borgo alla scoperta di altri tesori: il restaurato Torrione del Duca, adiacente al Palazzo e alle Fontane del Duca; il Museo Geologico, all’interno del cinquecentesco ospitale di Santo Spirito, che contiene i reperti ritrovati nella Riserva del Piacenziano; il piccolo ma prezioso Museo Illica, dedicato al poeta e librettista di Puccini.






TI INVITIAMO A CHIAMARE PER ASSICURARTI DELLE DISPONIBILITÀ E DEGLI ORARI DI APERTURA! TI CONSIGLIEREMO AL MEGLIO

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page